Quei disturbi respiratori del sonno…

Scritto il 5 giugno 2013 da Redazione in Dai congressi e dalle riviste, Altri Articoli, Notizie

corso-apnee-romaIl corso ECM “I disturbi respiratori nel sonno e patologie cardiovascolari: nuove evidenze scientifiche” arriva anche a Milano. Due giornate di lavoro il 18 e il 19 giugno, all’Ospedale S. Raffaele Turro, dedicate a come fare una corretta diagnosi delle apnee ostruttive del sonno e a come trattarle precocemente per un’efficace prevenzione delle malattie cardio e cerebrovascolari.

I disturbi respiratori del sonno sono ufficialmente riconosciuti come un fattore di rischio non trascurabile per patologie quali ipertensione arteriosa, fibrillazione atriale, cardiopatia ischemica, scompenso cardiaco e ictus, ma rappresentano ancora un’epidemia sommersa.

Tali condizioni si possono studiare in maniera obiettiva e trattare adeguatamente, il che può modificare significativamente la prognosi. Il loro mancato riconoscimento, invece, può incidere sulla mortalità e sulle disabilità che le patologie cardiovascolari causano. Nonostante queste chiare evidenze è ancora poco diffusa, la consuetudine di fare domande sul sonno, così come, in ambito clinico, non lo è sempre quella di trattare i disturbi respiratori sonno correlati.

Si stima che circa il 20% dei nuovi pazienti che ogni giorno entrano nell’ambulatorio del medico di famiglia e il 50 % dei pazienti cronici che soffrono già di disturbi cardiovascolari sono affetti da sindrome delle apnee ostruttive nel sonno (OSAS). Queste persone, nonostante il ricorso a farmaci specifici, hanno uno scarso controllo della patologia di base e, conseguentemente, presentano una prognosi peggiore.

Circa 1.800.000 italiani soffrono di OSAS in forma conclamata e almeno altrettanti in forma asintomatica.

Il corso ECM che si terrà a Roma – commenta Gioacchino Francesco Mennuni, responsabile scientifico dell’evento formativo – si prefigge di ricostruire il percorso diagnosticoterapeutico in modo deduttivo, partendo dall’inizio, vale a dire dal riconoscimento dei segni indiretti che possono configurare il sospetto della presenza di un disturbo respiratorio nel sonno. La discussione su casi clinici e tracciati che provengono dalla pratica quotidiana, attraverso il processo di uno scambio interattivo, consentirà di risalire alle evidenze della letteratura e alle linee guida diagnostiche e terapeutiche.

Programma corso OSAS Milano (PDF: 390 Kb)
La scheda di iscrizione (PDF: 1,30 Mb)

Leave a Reply


© 2017 Hypertension.it | Tutto sull'ipertensione e le malattie cardiovascolari. Tutti i diritti riservati. Realizzato da Il Pensiero Scientifico Editore & Think2it