Novità dall’ESH 2012?

Scritto il 4 maggio 2012 da Redazione in Dai congressi e dalle riviste, Interviste

Si è svolto, a Londra, il 22esimo Meeting dell’ESH sull’ipertensione e prevenzione cardiovascolare. Quali novità sono state presentate al congresso? Rispondono tre cardiologici italiani: Claudio Borghi dell’Università di Bologna, Stefano Taddei Università di Pisa e Maria Lorenza Muiesan Università di Brescia.

 

 

Claudio Borghi, Dipartimento di Medicina interna, invecchiamento e malattie nefrologiche, Università di Bologna: “Di novità sicuramente non ce ne sono. Il problema dell’ipertensione è attualmente in una fase di ripensamento, si sta sedimentando la grande massa di informazioni prodotta negli anni passati. … Credo che questo convegno sia più importante per rifare il punto della situazione e per rendere più solida la propria conoscenza del mondo generale della ipertensione arteriosa, piuttosto che per tornare a casa con qualche novità sensazionale.”

Setafano Taddei, Dipartimento di Medicina interna, Università di Pisa: “Ci sono le rivisitazioni di alcuni punti importanti della strategia terapeutica della pressione arteriosa. … Di interessante ci sono in nuovi device per la riduzione della pressione arteriosa: comunque una scelta terapeutica impegnativa che al momento attuale ha bisogno di un enorme sviluppo clinico.”

Maria Lorenza Muiesan, Dipartimento di Medicina interna, Università di Brescia: “Le novità sono rappresentate da un aggiornamento sulla valutazione del danno d’organo, dall’utilizzo di nuove strategie terapeutiche non farmacologiche.”

Il congresso

  • 22nd Scientific Meeting of the European Society of Hypertension (ESH), Londra 26-29 aprile 2012.
  • Gli abstract del Congresso ESH 2012
  • Leave a Reply


    © 2017 Hypertension.it | Tutto sull'ipertensione e le malattie cardiovascolari. Tutti i diritti riservati. Realizzato da Il Pensiero Scientifico Editore & Think2it