Una fotografia aggiornata delle aritmologie italiane

Scritto il 8 marzo 2012 da Redazione in Dai congressi e dalle riviste, Speciali

La fotografia è stata scattata dall’Associazione Italiana di Aritmologia e Cardiostimolazione realizzando un Censimento dei Centri di Artimologia e Cardiostimolazione italiani. I risultati in corso di pubblicazione sul Giornale Italiano di Aritmologia e Cardiostimolazione e saranno presentati al IX Congresso nazionale AIAC che si svolgerà a Pisa dal 21 al 23 marzo.

Nel 2010 l’AIAC ha proposto ai Centri italiani un questionario suddiviso in tre aree: personale operativo, strutture operative, attività svolte. In tutto hanno aderito volontariamente 303 Centri che corrispondono al 70% dei Centri operativi in Italia.

“Il precedente censimento era stato effettuato nel 2004 ed era risultato abbastanza incompleto, per questo motivo il direttivo dell’AIAC ha fortemente voluto rinnovare il monitoraggio per avere una fotografia dell’aritmologia italiana più aggiornata”, spiega Eraldo Occhetta, Coordinatore dei Presidenti Regionali AIAC.

 

Censimento AIAC 2010

 

Dai dati raccolti si viene a sapere che nei Centri di aritmologia e cardiostimolazione in Italia lavorano in media 3,1 medici, 6,5 infermieri e 4,9 tecnici. Un dato singolare – che merita una riflessione – è la carenza di medici giovani: il 55% dei medici ha più di 45 anni e solo il 15% dei medici ha meno di 35 anni.

“Emerge dunque la necessità di ringiovanire l’aritmologia italiana incentivando i giovani”, spiega Occhetta in un’intervista video. “Uno stato decisamente migliore riguarda le risorse: Il 74% delle aritmologie italiane è dotato di almeno una sala operatoria dedicata. Il 45% usufruisce di almeno una sala condivisa con altre unità operative. L’83% dei centri utilizza poligrafi per elettrofisiologia, il 38% poligrafi per il mappaggio elettroanatomico. Il 41% dei Centri ha a disposizione almeno un apparecchio radiologico fisso, il 76% di almeno un apparecchio radiologico mobile”.

Riguardo alle attività svolte, il Censimento evidenzia che gli impianti (ICD, pacemaker, loop recorder) vengono svolti nel 99% dei centri aritmologici italiani, le ablazioni nel 57% e le estrazioni degli elettrocateteri impiantati nel 19%. I controlli di pacemaker e ICD vengono eseguiti in quasi tutti i centri censiti. L’esame diagnostico del tilt test viene eseguito nel 63% e lo studio  elettrofisiologico nel 75% dei centri.

“Una delle azioni più importanti è stata quella di censire i Centri di aritmologia. Dai precedenti Presidenti erano stati già effettuati censimenti sui Centri che si occupano di sincope, delle ablazioni, di impianto di dispositivi. Il risultato però non era stato ottimale, gli stessi Centri infatti venivano chiamati in ogni lista in modo diverso, dando vita a situazioni parallele e doppie. Con questo censimento, il desiderio del Direttivo è stato di fornire un’idea compatta del territorio nazionale, con la creazione di un’unica lista in cui verrà assegnato a ciascuno dei Centri il tipo di attività svolta”, commenta Maria Grazia Bongiorni, Presidente dell’AIAC. “Questo è solo un primo passo, l’obiettivo è di arrivare a una rete di tutti i Centri collegati via web, un obiettivo che potrebbe avere dei risvolti importanti per la ricerca”.

Per migliorare il grado di rappresentatività dell’indagine e ottenere una fotografia più accurata e aggiornata della realtà nazionale, l’AIAC ha invitato i centri che non sono stati censiti a partecipare all’iniziativa compilando il questionario online sul sito aiac.it.

Per maggiore informazioni

Sul sito aiac.it i risultati del Censimento AIAC 2010, l’elenco dei centri italiani di Aritmologia e Cardiostimolazione italiani che hanno partecipato al Censimento AIAC 2010, un aggiornamento sui centri che stanno inviando i loro dati per la nuova edizione del Censimento.

aiac.it/category/attivita/censimento-aiac-2010/

 

 

Leave a Reply


© 2017 Hypertension.it | Tutto sull'ipertensione e le malattie cardiovascolari. Tutti i diritti riservati. Realizzato da Il Pensiero Scientifico Editore & Think2it