Esami del sangue

Scritto il 25 luglio 2011 da Redazione in Per il paziente, I miei esami

Le cose cambiano nel corpo del tempo. Per confermare il sospetto d’infarto, per esempio, oltre all’Ecg, sono stati ritenuti utile prima le transaminasi, poi la creatina chinasi (CK), la latticodeidrogenasi (LDH) e, nel corso degli anni, la creatina chinasi MB (CK-MB), le varianti LD1-LD2 dell’LDH e la troponina.

Per ora, le indagini condotte sinora indicano che gli indicatori più sensibili e più utili sono la CK-MB e la troponina. Si tratta di sostanze che in condizioni normali si trovano nel tessuto del cuore e che dopo un infarto arrivano nel sangue. In pratica funzionano da indicatori chimici dell’infarto.

La prima – la CK-MB – si trova nel sangue entro 8 ore dall’infarto e la sua concentrazione resta alta per parecchie ore. Può succedere di trovarne un piccolo aumento e questo non sorprende perché piccole quantità si trovano anche al di fuori del cuore. Resta inteso che se i sintomi e le l’ecg suggeriscono un infarto, un aumento della CK-MB lo conferma, così come se le sue quantità restano normali per 24 h, in genere l’infarto viene escluso.

Un secondo indicatore importante sono la troponina-T e troponina-I, due proteine presenti nel muscolo cardiaco, anche se non solo in questo. Rilasciate dalla zona del cuore con infarto, sono indicatori molto sensibili di danno miocardico e possono sostituire l’analisi della CK-MB se il medico deve prendere decisioni operative in caso di dubbio, per esempio se il dolore toracico suggerisce un infarto e l’ecg no. La loro concentrazione è un indicatore della serietà del danno nel senso che quanto più sono alti, tanto maggiore è la probabilità di attacchi di cuore futuri.

Misurare gli LDH è meno importante. Molti cardiologi lo fanno ancora, ma si tratta più che altro di conferme di sospetti già fugati da altri esami.

Leave a Reply


© 2017 Hypertension.it | Tutto sull'ipertensione e le malattie cardiovascolari. Tutti i diritti riservati. Realizzato da Il Pensiero Scientifico Editore & Think2it